verde - come fare un orto interrazzo

I giardini pubblici e privati sono sempre più risicati, così sempre più persone cercano di crearsi il proprio angolo di verde in casa. Ma come si può fare a trasformare un piccolo spazio, magari su un balcone in un orto dove raccogliere qualche prodotto a KmZero?

Innanzitutto, si parte dal contenitore: il vaso. Sempre meglio sceglierlo in coccio perché, anche se pesante e fragile, è capace di isolare la pianta in qualunque stagione.

Sistemato il vaso sul sottovaso è necessario riempirlo con un composto di terra, sabbia, argilla e torba. Un mix la cui concimazione consigliata, visto soprattutto il poco spazio, è quella liquida, molto più facile da dosare.

E finalmente si passa a quello che si può coltivare. In un ambiente piccolo è difficile ricavare grandi quantità di prodotto medio-grandi, perciò è meglio virare su peperoncini, ravanelli, piselli, fagioli, lattughe, fragole e pomodorini, con queste ultime due varietà che necessitano di grande esposizione solare.

Come protezione dai parassiti la soluzione migliore e più sana è quella di affidarsi a tipologie di insetti divoratori di altri insetti, come le coccinelle, per “catturarli” basteranno qualche vaso di erbe e fiori come gerani e calendula, che tra l’altro abbelliranno ulteriormente lo spazio. Altro espediente è dato dall’affiancamento di alcune piante come menta e pomodori che allontanano i parassiti del proprio vicino.

Veneto case srl - C/F e P.iva 04497920282 | Capitale sociale € 15.000,00 i.v. - REA n. 394571 | Reg. Imprese di Padova n. 04497920282

Leggi informativa Privacy & Cookie

Powered by: web agency Padova Dynamica